Conferenza stampa di lancio della call "Imprese Creative Driven"

Apre la Call di Parma 2020 dedicata alle imprese: giovedì 26 settembre, presso la sala di rappresentanza del Comune di Parma, il bando disegnato per portare cultura e creatività in azienda tramite un’azione di matching e di sviluppo di progetti <<su misura>>.

EF260919 004.jpg

Giovedì 26 settembre.  Apre  la seconda call del Dossier di Parma 2020, “Imprese Creative Driven”, promossa dal Comune di Parma e dal Comitato per Parma 2020, con il supporto di Unione Parmense degli Industriali"Parma, io ci sto!", la collaborazione di Cisita e il coordinamento scientifico di Promo PA Fondazione. Il bando ha come obiettivo generale la diffusione del modello imprenditoriale creative driven in Emilia-Romagna e in particolare a Parma, creando un dialogo vivace e produttivo tra due comparti del sistema fino ad oggi abituati a confrontarsi in una logica prevalentemente mecenatistica, quello imprenditoriale e industriale e quello culturale e creativo.

L'eccezionalità di questa call è legata al fatto che 15 aziende, tra le eccellenze produttive del territorio, si sono messe in gioco scommettendo sulla cultura per migliorare loro stesse, il tempo del lavoro dei dipendenti, il loro approccio al territorio. Le imprese che hanno aderito sono diverse tra loro per la storia che le contraddistingue e per settore merceologico, ma tutte determinate a contribuire al percorso avviato grazie al raggiungimento del titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020: Allodi, Casappa, Cavalier Umberto Boschi, Davines, Chiesi Farmaceutici, Coppini Arte Olearia, Dallara, Fratelli Galloni, Laterlite, Matthews International, Ocme, Opem, Raytec Vision, Turbocoating e Value Retail.

Per consultare il bando e iscriversi alla formazione  Clicca qui