Cultura è lavoro: presentato ad Ape il questionario per Parma 2020

Il 14 giugno, presso Ape Parma Museo, è stato lanciato il questionario del progetto "Cultura è lavoro" per valutare situazione e fabbisogni del settore culturale. Il progetto è realizzato da IRES Emilia Romagna e voluto dall'ente bilaterale del turismo che riunisce i sindacati di categoria.

Cultura è Lavoro

In vista di Parma 2020 Capitale italiana della Cultura CST Parma EBURT, l'ente bilatera del turismo che riunisce i sindacati di categoria FILCAMS, FISASCAT e UILTUCS ed ASCOM, in collaborazione con SLC CGIL Parma, ha commissionato a IRES Emilia Romagna (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali) una ricerca volta a misurare i fabbisogni e la situazione dei lavoratori nei settori del turismo e della cultura di Parma ed i bisogni del territorio e di tutti gli attori che a qualsiasi titolo saranno coinvolti da Parma 2020. Esiste, infatti, una stretta e profonda relazione fra cultura e sviluppo economico, civile e sociale del territorio, una relazione che non può prescindere da chi vi opera, cioè i lavoratori del settore.

Cuore del progetto è un questionario, destinato a tutti coloro che vivono o lavorano Parma, e che sarà disponibile online da venerdì 14 giugno, a QUESTO LINK.

Il lavoro di ricerca sfocerà poi in un convegno con relatori di respiro nazionale che avrà luogo il prossimo autunno e in cui tutti i soggetti coinvolti saranno chiamati a riflettere sui risultati dell’indagine per elaborare e mettere a disposizione della comunità le migliori prassi per offrire una prospettiva di sviluppo anche a medio e lungo termine ad un settore strategico per il territorio.