Emilia 2020

Emilia 2020 

La proclamazione di Parma a Capitale Italiana della Cultura per il 2020 è una grande opportunità di promozione anche per la vasta area turistica di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, le tre città parte di Destinazione Turistica Emilia e candidate, a loro volta, al percorso di Capitale. Il programma Emilia 2020 nasce per mettere a sistema le opportunità culturali di queste realtà, potenziandone la visibilità e gli strumenti.

Piacenza 2020

Nel 2020 Piacenza offrirà un ricco calendario di eventi culturali, promosso dal Comune, dalla Fondazione Piacenza e Vigevano, dalla Diocesi Piacenza-Bobbio, dalla Camera di Commercio,  sul tema “Crocevia di culture”.

Piacenza è sempre più convinta di non essere solo “terra di passo”, come scriveva Leonardo da Vinci, ma luogo capace di accogliere e “incuriosire” il visitatore con i suoi segreti da scoprire, con intrecci tra le storie da raccontare, con le sue eccellenze enogastronomiche, con il suo fiume e le sue strade, con le sue chiese e i suoi palazzi prestigiosi, alcuni dei quali torneranno agli antichi splendori, dopo importanti opere di rigenerazione urbana e di restauro, quali ad esempio l'Ex Chiesa del Carmine e il palazzo Ex Enel. 

In attesa di completare la raccolta dei molteplici eventi del 2020, anche da parte delle numerose e intraprendenti istituzioni e associazioni culturali locali, Piacenza anticipa un ricco calendario di iniziative che partirà già negli ultimi mesi del 2019, con due importanti inaugurazioni: il nuovo Museo dell'Emigrazione (ME) a cura della Diocesi Piacenza - Bobbio e del Centro Missionari di San Carlo, e l'apertura della nuova sezione delle Ceramiche presso i Musei Civici di Palazzo Farnese. 

Il 2020 si aprirà con l'inaugurazione di due nuovi spazi espositivi: quello interamente dedicato all'arte contemporanea di “XNL Piacenza contemporanea”, Ex Palazzo Enel, trasformato in incubatore d'arte rivolto soprattutto ai giovani e il nuovo allestimento della “Sezione romana” presso i sotterranei dei Musei Civici di Palazzo Farnese. Il 2020 partirà quindi all'insegna dell'intreccio di culture, in cui età romana ed età contemporanea, Medioevo, età farnesiana e

Ottocento convivono in maniera armonica per offrire al turista contaminazioni e dialoghi culturali.

Ad aprile un altro importante complesso piacentino aprirà le porte ai visitatori per raccontare una delle sue storie simbolo: quella della Madonna Sistina di Raffaello e del complesso monastico di San Sisto, per il quale lo straordinario dipinto fu realizzato. 

In estate un percorso culturale diffuso sarà dedicato ai monumenti simbolo di Piacenza: i Gruppi Equestri dei duchi Farnese, che dialogheranno con opere di scultori contemporanei, allestite nelle piazze e in alcuni palazzi storici della città. Tra l'estate e l'autunno del 2020 saranno di nuovo protagonisti XNL Piacenza contemporanea e Palazzo Farnese, che ospiteranno rispettivamente una mostra di disegni e di alcune creazioni di Gianfranco Ferrè (raccontando il suo legame particolare con Piacenza) e una sulla Natura morta in età farnesiana con i rituali della tavola e del cibo. Contestualmente verrà promossa la ricca enogastronomia locale attraverso diverse iniziative che condurranno i visitatori ad “assaggiare” un'altra eccellenza della cultura piacentina. Già nel novembre 2019 la prestigiosa Guida Michelin presenterà l’edizione 2020 proprio a Piacenza. 

Per il 2020 Piacenza sarà quindi pronta ad accogliere chiunque voglia scoprire le sue tante passioni e le sue tante ricchezze di città legata alla sua storia, ma proiettata al futuro. 

Reggio-Emilia 2020

Work in progress!