Verso Contamina - musica per l'integrazione

La conferenza stampa, del 20 marzo, ha presentato i primi appuntamenti del festival "Verso Contamina" che intende favorire l’integrazione multiculturale attraverso la contaminazione musicale.

Manifesto.verso.Contamina

Favorire l’integrazione multiculturale attraverso la contaminazione musicale e artistica: è questo l'obiettivo principale che si pone “Verso Contamina”, un progetto di Parma 2020 promosso dal Comune di Parma - Casa della Musica, in collaborazione con CAPAS - Università degli Studi di Parma, che, attraverso incontri, conversazioni e concerti mette al centro la musica come lingua universale di intercomprensione tra i popoli, capace di abbattere muri e barriere culturali.

Il progetto, iniziato nel 2018 e che proseguirà fino al 2020 con la direzione artistica di Enzo Miceli, prevede, a partire dal prossimo 30 marzo, tre incontri-conferenze e quattro attività artistiche musicali dal vivo con ospiti significativi come Paolo JannacciOmar Pedrini e gli Avion Travel, ma anche con la partecipazione di band e cantautori emergenti per contaminare vari generi favorendo, attraverso l'universale linguaggio della musica e dell'arte, l'aggregazione e l'integrazione.

“La musica – ha esordito l'assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra durante la presentazione – è un potente strumento inclusivo perché riesce ad evitare e abbattere le barriere proprie di altri linguaggi ed è su questo che si fonda “Verso Contamina”: un progetto che toccherà luoghi vivi della nostra città e che è composto di collaborazioni importanti e coinvolgenti”.

“Questo progetto – ha sottolineato Luigi Allegri, direttore CAPAS (Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo) – è il primo del programma di Parma 2020 a realizzarsi e siamo orgogliosi di questo esordio con una manifestazione nella quale abbiamo creduto fin dall'inizio”.

“Insieme ai tre ospiti d'eccezione – ha concluso Enzo Miceli, direttore artistico del progetto – ci sarà la partecipazione di circa 30 artisti, band e cantautori, provenienti da altri luoghi della regione e di Italia. La musica è creatrice di cultura e portatrice di valori extra musicali in grado di contaminare e superare le barriere”.

 

Per maggiori informazioni e per vedere i prossimi appuntamenti:
link