I Mesi e le Stagioni, piazza Duomo con gli Occhi di Benedetto Antelami

A tu per tu con il grande Maestro Benedetto Antelami grazie alla discesa a terra delle statue dei Mesi e delle Stagioni collocate oggi sul loggiato interno del Battistero, per una fruizione più che mai ravvicinata.

Fulcro delle iniziative della Diocesi per Parma 2020+21 sarà, infatti, l'esposizione temporanea delle statue dei Mesi e delle Stagioni di Benedetto Antelami, che, dal loggiato interno del Battistero saranno trasferite nelle nicchie al piano terra, offrendo al visitatore una fruizione quantomai ravvicinata. Un’iniziativa altamente sensibile ai temi dell’accessibilità che permetterà a tutti un’inedita visione e comprensione delle opere parmensi del maestro scultore a cui molto si deve per la diffusione della cultura gotica in Italia e alla sua rielaborazione in chiave classica.

Le statue dei Mesi e delle Stagioni, infatti, oltre al dato storico-artistico, racchiudono un alto valore simbolico-religioso, testimoniano una profonda riflessione antropologica ed esprimono un rapporto di pieno equilibrio tra uomo e ambiente, tra natura e cultura.

Da questo valore culturale nasce l'idea di arricchire ulteriormente l'esperienza espositiva con una stagione di "Meditazioni in musica" in Battistero, e una parallela stagione di "Conversazioni con l'autore" sul sagrato della Cattedrale, di cui saranno presto comunicate le date.  

ITA