Il sacello di San Paolo

Il sacello si trova all'interno della Pinacoteca Stuard. Chiuso martedì, 25 dicembre, 1 gennaio.
Luoghi culturali


Borgo del Parmigianino, 2 - 43121 - Parma
+39 0521508184


Posto all'interno dell'antico Monastero di San Paolo, nella Pinacoteca Stuard, questo sacello rappresenta la struttura più antica di tutto il complesso monastico e dell'insediamento medievale posto a settentrione della città.

La stanza in pianta ha una struttura quasi quadrata e anche l'altezza, intorno agli 8 metri, contribuisce ad aumentare l'effetto di trovarsi all'interno di un cubo. Agli angoli, quattro pilastri circolari in laterizio, sostengono altrettanti archi a tutto sesto. Sopra di essi, sostenuta e abbellita da quattro pennacchi a forma di conchiglia, la splendida cupola emisferica.

All'esterno i muri sono composti da strati di ciotoli regolari, saldati agli angoli da grosse pietre, quasi certamente recuperate da edifici romani. Secondo vari studi, l'edificazione di una chiesa o di un monastero in questo luogo, sarebbe da far risalire a Godescalco, genero di Agilulfo, convertitosi al cristianesimo con il nome di Paolo. L'edificio sarebbe stato costruito a ricordo della giovane moglie spirata durante il travaglio del parto nel rientro da Ravenna a Parma, tra il 599 e il 602. I documenti disponibili permettono di risalire fino al secolo IX, periodo nel quale è possibile attestare la presenza di una comunità benedettina femminile.

ITA
  • ITA
  • ENG
  • FR